• assistenza anziani
  • assistenza anziani

La nostra cooperativa

assistenza a domicilio

Assistenza Plus si occupa di gestione ed organizzazione di servizi assistenziali al la persona, integrati e sostitutivi a quelli familiari, diurni e notturni, a domicilio o presso qualsiasi altro luogo.

L' impresa di pulizia di Assistenza Plus si occupa di igiene ambientale, pulizie civili e industriali.

Assistenza Plus svolge inoltre le seguenti attività: assistenza a disabili, assistenza ad anziani, assistenza di base alla persona, assistenza ospedaliera, assistenza a domicilio integrata, assistenza domiciliare non infermieristica.

Siamo anche specializzati in assistenza di base a.b.b., assistenza domiciliare e come operatori socio sanitari o.s.s.

Servizio 24 ore.

 

Relazione dell'attività

La Cooperativa Sociale Assistenza Plus, nasce per volere dei fondatori dall’esperienza pluriennale nel campo del volontariato e dell’associazionismo.

Tuttora i soci fondatori operano come volontari dell’Associazione di promozione sociale “Sinergie”, Associazione, che da anni si occupa di promuovere progetti ed interventi di solidarietà e di salvaguardia dei valori e dei diritti umani e sociali, operando sia in campo nazionale che internazionale,

Nell’anno 2005 alcuni soci volontari dell’Associazione suddetta decidono di fondare la Cooperativa Sociale “Assistenza Plus”, questo nome deriva dal nostro pensiero, non di essere “più” inteso come più forti, più belli o più grandi, ma di essere “PIU’” inteso come PIU’ passione e coinvolgimento collettivo umano e sociale, ma sopratutto “PIU’” contrarietà a qualsiasi forma di discriminazione.

Nasce così, la Cooperativa sociale “Assistenza Plus” - formalmente costituita ed avente come scopo la promozione umana e l’integrazione sociale attraverso la ricerca di diversi servizi ed attività finalizzate allo svolgimento di attività lavorative, anche, da parte di persone svantaggiate.

Gli ambiti di attività individuati vanno dal servizio di pulizia, ai Servizi Socio/Assistenziali, all’intermediazione culturale. Proprio nel campo dell’intermediazione culturale, la Cooperativa si è indirizzata ad una serie di iniziative che riguardano l’aiuto gratuito a persone bisognose, nel disbrigo di complesse pratiche amministrative. In altri termini si da aiuto, alle stesse, nei percorsi procedurali che alcune situazioni ordinarie richiedono per diversi settori; in tali percorsi troveranno spazio diverse attività e servizi a loro rivolti, sia come fruitori che come operatori dei servizi stessi.

Nel contempo, i soci fondatori della Cooperativa, attraverso un’attenta ed approfondita analisi della realtà territoriale e valutando i bisogni oggettivi e soggettivi ad essa correlati, nel caso specifico, rivolgendo la propria attenzione ai bisogni dell’anziano e delle persone diversamente abili, ha cercato di individuare e sviscerare alcune problematiche, dando così delle risposte a dei concetti fondamentali che formano le nostre linee guida:

 

SALVAGUARDIA

Ai fini della salvaguardia di suddette persone la nostra Cooperativa ha ritenuto fondamentale stilare una griglia di interventi atti ad individuare e garantire risposte idonee e personalizzate, tenendo conto di diversi fattori, quali:

1) FRAGILITA’ /RISCHIO

Riferita in particolar modo al grande anziano o a soggetti con polipatologie somatiche e/o comportamentali e cognitive, esistono di fatto, rischi considerati evitabili da persone sane e non dai soggetti sopradescritti;

  1. SICUREZZA

Atta ad evitare i gravi rischi collegati ad una perdita delle piene facoltà psico/fisica; richiede l’intervento non solo con ausili ma anche con la presenza di un soggetto attivo;

3)ACCUDIMENTO GARANTITO

Tesa a fornire una vera e propria garanzia costante atta non solo a soddisfare i bisogni fisici ma anche quelli psicologici al fine di evitare che l’anziano percepisca un senso di isolamento o di abbandono. Tale intervento richiede l’opera di un’assistenza strutturata, quotidiana e costante, svolta da persona qualificata, preparata,e supervisionata;

4)RECUPERO DELLE CAPACITA’ RESIDUE

Indispensabile per riconoscere, stimolare e valorizzare le capacità residue dell’anziano che rimane, comunque, fonte di ricchezza culturale e sociale;

5)MANTENIMENTO DEL BENESSERE

Recuperare, mantenere e se possibile aumentare il livello di benessere psico/fisico dell’anziano e del disabile;

6) DOMICILIARITA’ Conservare, l’opportunità per l’anziano di continuare a vivere nel proprio ambiente con i propri affetti, e mantenendo,ove possibile, le proprie abitudini. Si evita così l’inserimento dell’anziano in strutture residenziali di norma mal accettata dall’anziano e percepito dallo stesso come luogo anonimo, freddo e distaccato.

I costi per le strutture residenziali, risultano inoltre, essere molto gravosi sia per i gli interessati che per lo Stato e per la Società. E’ necessario considerare e garantire, ove possibile, l’assistenza domiciliare; intervento, più gradito all’anziano e meno dispendioso di grandi strutture residenziali, dove purtroppo si rischia di diventare un numero.

  1. TIPO DI STRUTTURE PER ASSISTENZA SOCIO/ASSISTENZIALE

CASA FAMIGLIA.

E’ necessario salvaguardare il patrimonio storico/culturale/affettivo che un anziano o una persona diversamente abile può trasmettere. Concepire un luogo di accoglienza di questo tipo, come ad esempio una casa famiglia, una comunità di tipo familiare, con sede nelle civili abitazioni, con finalità di accoglienza di anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti che, con capienza massima di sei posti letto, sarebbe a nostro parere una soluzione ideale per l’anziano non più in grado di vivere da solo. L’attività in argomento è condizionata a che non si effettuino in loco attività sanitarie, le stesse, qualora necessarie possono provenire dall’esterno, Dette strutture gestite con efficacia ed efficienza, garantiscono spazi e ritmi della normale vita quotidiana. Il personale è in grado, ciascuno per la propria mansione, di soddisfare i bisogni degli ospiti. La gestione della casa famiglia deve essere, inoltre, in grado di creare una rete di partecipazione interna ed esterna al fine di rendere evidente la qualità della gestione stessa.

 

La presenza di strutture del tipo suddetto sul territorio comunale non può che dare lustro all’azione amministrativa;, non può che essere percepita dalla cittadinanza, come una risposta attiva ai tangibili bisogni dell’anziano.

 

 

La nostra Cooperativa Sociale, costituita ai sensi della Legge 381/91 e s. m., svolgendo attività di tipo “B” (pulizie, inserimento lavorativo per persone con svantaggi sociali, diversamente abili ecc) ed attività di tipo “A” (Servizi Socio/assistenziali ed educativi, attività di assistenza di base e specifica, sostegno, riabilitazione rivolti a persone anziane in stato di bisogno, agli invalidi, ai portatori di handicap, sia domiciliare che, presso centri specializzati, o strutture di vario genere; servizi di riabilitazione, prestazioni volte a rafforzare l’autonomia individuale ed a prevenire la non autosufficienza), ha assunto la connotazione di Società Cooperativa Sociale ad oggetto plurimo ed è ONLUS di diritto.

 

ASSISTENZA PLUS | 22/A, Piazzale Torino - 29121 Piacenza (PC) - Italia | P.I. 01456800331 | Tel. +39 0523 484741   - Cell. +39 333 4059768 | Fax. +39 0523 449047 | info@assistenzaplus.net | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy